MOVIE IS ART

  •  
  •  
  •  
  •  

Pellicole surrealiste, ammalianti, musicali: una vertigine psicomagica

ARENA CINEMATOGRAFICA – 9ᵃ EDIZIONE

Il cinema è resurrezione. Il cinema è fare i conti con i propri fantasmi e riportarli in vita. Il cinema può esplorare il tuo subconscio e i tuoi ricordi, ma soprattutto permette a ciò che è perduto di ritornare.

Olivier Assayas

In Fare un film Federico Fellini scriveva che il cinema, per essere perfetto, doveva abbandonare definitivamente le “trame”, affidarsi all’immagine e al suono e ridurre ai minimi termini la “parola”, sfruttarla per “accompagnare” lo spettatore nella pellicola e nulla più.

I racconti messi in scena in questi film vanno oltre l’esistenza, oltre l’umanità e le ere. Opere contemplative, che ci pongono di fronte lo spettacolo di una riflessione sull’esistenza; ma anche sull’assenza che in una situazione di indeterminatezza si fa presenza. L’uomo oltre l’uomo.

POSTI LIMITATI. PRENOTAZIONE SCRIVENDO A: INFO@OLTREILVISIBILE.IT – WHATSAPP: 3291244550 – Tel. 3402567339
INIZIATIVA IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI AMELIA

———————

IL PROGRAMMA

Rassegna – Parte I

AMELIA (TR)

ARENA CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO

P.zza Augusto Vera, 10

Giovedì 27 agosto – ore 21.00

The neon demon

Regia di Nicolas Winding Refn

Con Elle Fanning, Karl Glusman, Jena Malone, Bella Heathcote, Abbey Lee, Christina Hendricks

USA, Francia, Danimarca, 2016, durata 110 min. – v.o.sott.it.

Quando l’aspirante modella di Jesse si trasferisce a Los Angeles, la sua giovinezza e la sua vitalità sono divorate da un gruppo di donne ossessionato dalla bellezza, che faranno di tutto per ottenere ciò che lei ha.

“The Neon Demon non è un film convenzionale; ricco di simboli, sequenze surreali e scene indimenticabili per la carica provocatoria del suo regista … Refn ha voluto dar forma ai suoi pensieri più intimi, alle sue paure più profonde, alle sue perversioni più folli, sintetizzando gli stilemi del suo cinema nella sua opera più ambiziosa”. Diego Limonta, Leganerd.com

Festival di Cannes 2016: Cannes Soundtrack Award a Cliff Martinez; Candidatura per la Palma d’oro.

Beauty isn’t everything. It’s the only thing. (“La bellezza non è tutto, è l’unica cosa”)

——————

Venerdì 28 agosto – ore 21.00

BILL FRISELL: A PORTRAIT

Regia di Emma Franz

Documentario – Australia, 2017, durata 114 min. – v.o.sott.it.

Sarà presente la regista Emma Franz

Un autentico “guitar hero“, ma lontano da qualsiasi divismo: l’eclettico Bill Frisell, genio delle sei corde, si lascia osservare dalla macchina da presa di Emma Franz in questo ritratto partecipe e profondo.

Ripercorriamo una carriera che lo ha portato a suonare con i grandi e a spaziare tra i generi più diversi, dal rock al folk, dal jazz al bluegrass, riviviamo la creazione di un album mitico come Hemispheres e l’emozione dei sold out al Village Vanguard.

Tra le lezioni di Michael Gibbs a Londra e le passeggiate per il Greenwich Village, sulle orme di Bob Dylan, tra una chiacchierata con la moglie Carol, pittrice, e il dono spontaneo di un’improvvisazione musicale, Frisell ci permette di ricostruire con una prospettiva unica il suo percorso creativo.

Presentato in anteprima europea il 14 giugno 2017, nell’ambito della rassegna Biografilm Festival tenutasi a Bologna, dopo la prima mondiale avvenuta a Austin, Texas a marzo 2017.

——————–

Domenica 30 agosto – ore 21.00

SPRING BREAKERS 

Regia di Harmony Korine

Con James Franco, Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Ashley Benson, Rachel Korine

USA, 2012, durata 92 min. – v.o.sott.it.

Quattro studentesse sexy pensano di trovare i soldi per le loro vacanze di primavera rapinando un fast food. Ma questo è solo l’inizio. In una notte di pazzie, vengono arrestate a un posto di blocco per detenzione di droga. Ubriache e con addosso solo il bikini, le ragazze sono portate dal giudice, ma vengono rilasciate grazie alla cauzione pagata da Alien, un criminale del posto dal cuore tenero che le prende sotto la sua protezione e fa vivere loro una indimenticabile vacanza di primavera.

Spring Breakers è stato proiettato il 5 settembre 2012 alla 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, come film in concorso per gli Stati Uniti, e il 7 settembre 2012 al Toronto International Film Festival.

Ho fatto del mio meglio per avvisare genitori e fan, quest’anno farò 21 anni, quindi sono felice di poter fare qualcosa di diverso e osare. Ma Spring Breakers è solo per i fan che hanno più di 18 anni!

L’attrice Selena Gomez

———————-

Rassegna – Parte II

Giovedì 3 settembre – ore 21.00

A Ghost Story

Regia di David Lowery

Con Casey Affleck, Rooney Mara, Will Oldham, Sonia Acevedo, Rob Zabrecky, Liz Franke

USA, 2017, durata 87 min. – v.o.sott.it.

Un fantasma vaga per campi e strade fino ad arrivare ad una casa di periferia: è qui che, in vita, abitava l’anima sotto a quel telo candido, insieme alla moglie. Una vita ordinaria, piena di tenerezza, consumata quotidianamente all’interno di quell’abitazione a cui lui era molto affezionato ma che lei, inutilmente, voleva cambiare. Fino alla morte, improvvisa, del marito proprio nella strada che costeggia la stessa casa: da quel momento in poi il suo spirito sarà destinato a vagare per sempre (o forse no?).

Rimandi, rime, parallelismi: il tempo di A Ghost Story si condensa e si decompone insistendo sulla durata, appoggiandosi a frequenze e iterazioni e ruotando intorno a una ciclicità che si placa, interrompendosi, solo al verificarsi di una piccola manifestazione d’amore rincorsa da secoli”. http://www.cineforum.it/

Il film è stato presentato al Sundance Film Festival 2017. National Board of Review Awards 2017: Migliori dieci film indipendenti. Sitges – Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna 2017: Miglior fotografia a Andrew Droz Palermo; Festival del cinema americano di Deauville 2017: Premio della giuria, Premio della critica internazionale, Premio della rivelazione Kiehl’s.

A qualunque ora ci si svegliasse c’era una porta che si chiudeva.

———————–

Venerdì 4 settembre – ore 21.00

Vox Lux

Regia di Brady Corbet

Con Natalie Portman, Jude Law, Stacy Martin, Christopher Abbott, Raffey Cassidy

USA, 2018, durata 110 min. – v.o.sott.it.

In un prologo, due atti e finale, l’ascesa di Celeste (Raffey Cassidy da adolescente, Natalie Portman da adulta) da studentessa ad acclamata pop star mondiale. Nel 1999 Celeste sopravvive, se pur con una seria lesione alla spina dorsale, alla sparatoria avvenuta nella sua scuola di New Brighton, Staten Island (New York). Insieme alla sorella Ellie (Stacy Martin), molto complice, che la assiste nella convalescenza e ne seguirà la carriera restando dolorosamente nella sua ombra, scrive un brano per condividere lo choc con la comunità e lenirlo.

“Il secondo film di Brady Corbet è una bomba pronta a esplodere attraverso lo schermo”. https://www.rollingstone.it/

Il film è stato presentato in anteprima mondiale in concorso alla 75ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il 4 settembre 2018, dove è stato in competizione per il Leone d’oro al miglior film; e successivamente al Toronto International Film Festival il 7 settembre 2018.

È proprio di questo che parlerà. Della mia rinascita.

Celeste (Natalie Portman)

——————–

Sabato 5 settembre – ore 21.00

Favolacce

Regia di Fabio D’Innocenzo, Damiano D’Innocenzo

Con Elio Germano, Tommaso Di Cola, Giulietta Rebeggiani, Gabriel Montesi, Justin Korovkin

Italia, 2020, durata 98 min.

Una calda estate in un quartiere periferico di Roma. Nelle villette a schiera vivono alcune famiglie in cui il senso di disagio costituisce la cifra esistenziale comune anche quando si tenta di mascherarlo. I genitori sono frustrati dall’idea di vivere lì e non altrove, di avere (o non avere) un lavoro insoddisfacente, di non avere in definitiva raggiunto lo status sociale che pensavano di meritare. I figli vivono in questo clima e ne assorbono la negatività cercando di difendersene come possono e magari anche di reagire.

“Quella messa in piedi dai fratelli D’Innocenzo è un’esperienza cinematografica dalla potenza sensazionale, frutto di un’intelligenza unica nel saper leggere e inquadrare la propria idea di mondo e di una capacità davvero impressionante di trasformarla in cinema purissimo”. http://www.cineforum.it/

È stato presentato in concorso al Festival di Berlino 2020, dove ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura. Nastro d’argento 2020: Miglior film, Miglior produttore, Migliore sceneggiatura, Migliore fotografia, Migliori costumi. Globo d’oro 2020: Miglior regista, Miglior sceneggiatura.

Il nostro film è una favola dark tra Italo Calvino e Gianni Rodari (…) È un film che sentiamo che può invecchiare facilmente o lo facciamo adesso o mai più.

Damiano e Fabio D’Innocenzo

++++++++++++++

NOTE

Ingresso con tessera Ov 2020 e sottoscrizione
Graph. Roberta Boccacci

L’ARENA CINEMATOGRAFICA ESTIVA SI AVVALE DEL CONTRIBUTO DI:

ACEA SPA – FARMACIA BONANNI 

  •  
  •  
  •  
  •