Film psicomagici

  •  
  •  
  •  
  •  

RITUALITÀ TERAPEUTICHE E SUGGESTIONI ATAVICHE

Vita, arte, psicomagia e altri imbrogli sacri

Posto che sogniamo la nostra vita, dobbiamo interpretarla e scoprire ciò che sta tentando di dirci. A.J.

Rassegna incentrata su Alejandro Jodorowsky, uno degli artisti più geniali e versatili della contemporaneità, maestro di spiritualità e artista diventato famoso in tutto il mondo per i suoi consigli sotto forma di incantesimo.

Un viaggio nel tempo, ma anche un viaggio nelle stanze dell’anima. Arredamenti del cuore, spazi che s’intersecano sulla linea del grottesco, del bestiale, e del cinema fatto in casa, quasi come in una camera verde per cui il tempo si è fermato per sempre. Malinconia, poesia, ironia, sipari che si aprono e chiudono… Tra sbalzi repentini di rumori, frastuoni e cacofonie, richiami disperati alla ricerca di una danza inebriante.

La psicomagia è una terapia per l’anima, un balsamo salvifico per le ferite e i traumi che lacerano l’inconscio, una pratica al limite tra psicoterapia e magia bianca che affonda le sue radici negli antichi rituali degli sciamani, che sapevano parlare alla parte irrazionale dell’individuo riproponendo il trauma subito per poi risolverlo con atti simbolici.

Ma nel mondo moderno, impregnato di razionalità, il tempo per entrare in comunione con gli elementi della natura e con gli spazi reconditi della mente si è assottigliato ed è stato relegato alle tradizioni popolari dei luoghi più lontani, quelli in cui la tecnologia fatica ad arrivare e la cultura si trasmette di bocca in bocca (El abrazo de la serpiente).

Cosa vuol dire realmente invecchiare? Come si affronta il dolore per la perdita improvvisa di un figlio? Quant’è impegnativo portare avanti un rapporto di coppia davvero evolutivo e profondo?

Attraverso le risposte, di Jodorowsky e dei suoi amici e familiari più vicini, si entra in un universo fatto di esperienze forti e spesso violente, illuminazioni repentine e fallimenti colossali: se la psicanalisi si basa sulla parola, la psicomagia si basa sull’azione, sull’intervento, sul terapista che “tocca” il suo paziente, lo manipola lo soffoca, lo comprime, lo abbraccia, lo accoglie fino in fondo.

Sei talmente abituato a vivere da vittima che la felicità che ricevi in questo momento ti fa piangere.

Non ci sono che due alternative, per chi guarda: o si rifiuta il gesto, ripensando magari al guaritore impostore di “Man On the Moon“, o ci si abbandona all’abbraccio e ci si concede la possibilità che tali atti possano portare dei reali benefici.

Benvenuti nel personalissimo universo jodorowskiano, in cui non ci si prende troppo sul serio e si gioca a carte con le forze più misteriose del cosmo!

Chiudete gli occhi e ricominciate. A.J.

——————-

IL PROGRAMMA

Amelia (TR)

BIBLIOTECA COMUNALE LUCIANO LAMA

SALA CONTI PALADINI

Largo Caduti delle Stragi di Nassiriya e Kabul, 1

Venerdì 8 novembre – ore 21.00

EL ABRAZO DE LA SERPIENTE

Regia di Ciro Guerra

Con Jan Bijvoet, Brionne Davis, Luigi Sciamanna, Nilbio Torres, Antonio Bolivar

Colombia, Venezuela, Argentina, 2015, durata 125 min. – v.o.sott.it.

Karamakate, un potente sciamano dell’Amazzonia, ultimo sopravvissuto del suo popolo, vive nella giungla più profonda, in isolamento volontario. La sua vita svuotata è sconvolta dall’arrivo di Evans, un botanico americano alla ricerca della yakruna, una pianta sacra dai grandi poteri, in grado di insegnare a sognare. Insieme si imbarcano in un viaggio nel cuore dell’Amazzonia, durante il quale passato, presente e futuro si intrecciano, e durante il quale Karamakate lentamente inizia a riconquistare i suoi ricordi perduti.

“Un viaggio all’interno del cuore di tenebra del mondo. Che richiede come pedaggio purezza e distacco, e una totale armonia con la natura. Un ritorno al selvaggio, che renda capaci di ascoltare il mondo”. https://www.lascimmiapensa.com/

Presentato in anteprima al Festival di Cannes 2015 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs, vincendo il premio Art Cinéma. Premio Oscar 2016: Candidatura a Miglior film straniero (Colombia).

Il mondo parla, io posso solo stare ad ascoltare. Ascolta la canzone dei tuoi avi. Questo è quello che cerchi. Ascolta per davvero. Non solo con le orecchie.

Questo è il capi di Medora. Il più potente di tutti. Esisteva prima della creazione. Prima che arrivasse l’anaconda. Ti porterò a vederla. È enorme, terribile. Ma non devi avere paura. Devi lasciare che lei ti abbracci. Il suo abbraccio ti porterà in luoghi antichi, in cui la vita non esiste, neanche in embrione.

————————

Sabato 9 novembre – ore 21.00

IN PRIMA VISIONE

PSICOMAGIAUN’ARTE PER GUARIRE

Regia di Alejandro Jodorowsky

Con Alejandro Jodorowsky

Documentario – Francia, 2019, durata 100 min. – v.o.sott.it.

Interviene Daniele Baldacci, direttore della fotografia, produttore Blue Cinema Tv

Psicomagia è il film più completo sul lavoro terapeutico di Alejandro Jodorowsky. Attraverso testimonianze reali ci spiega cos’è la psicomagia, quali sono i suoi principi e come viene praticata. Ci mostra alcune persone durante il loro processo di guarigione, dalla realizzazione del loro “atto psicomagico” fino alla dimostrazione dei relativi effetti.

Per Jodorowsky, molti dei nostri problemi derivano dalle barriere create dalla nostra società, dalla nostra famiglia e dalla nostra cultura, tutti fattori che ci impediscono di trovare il nostro vero io. La psicomagia aiuta le persone a liberarsi da queste catene.

Gli atti psicomagici hanno un forte impatto sull’inconscio. Perciò, sono spesso impressionanti e altamente cinematografici. Il film va oltre la finzione, filmando la realtà, ma una realtà accresciuta, magica e curativa.

Psicomagia – un’arte per guarire è il film manifesto di un grande maestro.

—————————-

Domenica 10 novembre – ore 18.00

MAN ON THE MOON

Regia di Milos Forman

 Con Jim Carrey, Danny DeVito, Courtney Love, Paul Giamatti, David Koechner

USA 1999 – durata 118 min. – v.o.sott.it.

Dalle prime solitarie esibizioni da bambino nella propria camera da letto, alla precoce morte per malattia, il film racconta la vita di Andy Kaufman, comico americano di grande successo, soprattutto in televisione, a cavallo fra gli anni ’70 e ’80. Una carriera quella di Kaufman tutto giocata sul versante della provocazione, che non risparmia neppure la sua vita privata.

L'”uomo sulla luna” del titolo è quello della canzone dedicata a Kaufman dai R.E.M. (autori della colonna sonora).

2000 – Golden Globe: Miglior attore in un film commedia o musicale a Jim Carrey. Festival di Berlino: Orso d’argento per il miglior regista.

Quindi tu fai solo finta di essere un coglione? Courtney Love a Jim Carrey

+++++++++++++++++

NOTE

Ingresso con tessera OV 2019 e sottoscrizione
Graph. Roberta Boccacci

+++++++++++++++++

“Now, Andy did you hear about this one?

Tell me, are you locked in the punch?

Andy are you goofing on Elvis? Hey, baby

Are we losing touch?

If you believed they put a man on the moon

Man on the moon

If you believe there’s nothing up his sleeve

Then nothing is cool”

R.E.M., Man on the Moon, dall’album Automatic for the People, 1992

+++++++++++++

Per essere creativi, dentro di noi deve esistere il bambino sporco.

+

Tutti noi disponiamo di quattro elementi: l’intellettuale, l’emotivo, il sessuale e il fisico. Viviamo nelle idee, nelle emozioni, nei desideri e nei bisogni.

+

La libertà non è la ribellione, ma piuttosto la pratica di una fantasia senza limiti all’interno delle restrizioni imposte dal potere.

Alejandro Jodorowsky


  •  
  •  
  •  
  •