A PLACE ON THE MOON

  •  
  •  
  •  
  •  

CINEMA, SUMMER, MODERNITY: UN’ESTATE INDIMENTICABILE!

ARENA CINEMATOGRAFICA – 8ᵃ EDIZIONE

Arriva la calda estate di Oltre il Visibile: i film più belli delle ultime stagioni cinematografiche vi aspettano per ben dodici appuntamenti tra luglio e agosto sotto le stelle del Chiostro!

Sempre proiettati verso il futuro, la scoperta, proporremo opere provenienti da ogni angolo del mondo e prospettive originali, nel segno del miglior cinema indipendente, vitale, coraggioso, fuori dagli schemi.

Al pubblico presente sarà offerto un bicchiere di birra per soddisfare la sete di grande cinema … Passate l’estate con noi!

L’importante è soltanto che

non ci si innamori prima che

la luna con il suo volto di bacio

non si sia spinta dalla finestra.

François Villon

++++++++++++++

IL PROGRAMMA – PARTE IV

Amelia (TR)

Arena Chiostro di San Francesco

P.zza Augusto Vera, 10

Giovedì 29 agosto – ore 21.00

BLACKKKLANSMAN

Regia di Spike Lee

Con John David Washington, Adam Driver, Topher Grace, Laura Harrier, Ryan Eggold

 USA, 2018, durata 128 min. – v.o.sott.it.

Colorado, anni Settanta. Ron Stallworth entra nel Dipartimento di polizia di Denver dopo la laurea. Fra i suoi primi incarichi c’è quello di infiltrarsi ad un incontro con il leader afroamericano Stokey Carmichael, dove Ron si imbatte in Patrice, una sorta di Angela Davis organizzatrice dell’evento e convinta sostenitrice del movimento di autoaffermazione black. È un risveglio per il giovane uomo che fino a quel momento sembrava non aver prestato troppa attenzione alla propria appartenenza razziale, né troppo valore al proprio background etnico.

Il film ha ricevuto sei candidature ai premi Oscar 2019 e ha vinto l’Oscar alla migliore sceneggiatura non originale. Festival di Cannes 2018: Grand Prix Speciale della Giuria.

Tu sei ebreo, quest’odio non ti fa rodere un po’? Ron Stallworth (John David Washington)

——————–

Venerdì 30 agosto – ore 21.00

FIRST MAN – IL PRIMO UOMO

Regia di Damien Chazelle

 Con Ryan Gosling, Claire Foy, Jason Clarke, Kyle Chandler, Corey Stoll, Patrick Fugit

 USA, 2018, durata 141 min. – v.o.sott.it.

Neil Armstrong, ingegnere aereonautico e aviatore americano, conduce una vita bucolica e ritirata con la famiglia a cui ha ‘promesso’ la luna. La morte prematura della sua bambina lo spinge a partecipare al programma Gemini, il secondo programma di volo umano intrapreso dagli Stati Uniti il cui scopo era sviluppare le tecniche necessarie ad affrontare viaggi spaziali avanzati e successivamente impiegati nella missione Apollo.

Selezionato e assoldato come comandante della missione Gemini 8, Neil è il primo civile a volare nello spazio ma sulla Terra le ripercussioni sono fatali. Tra incidenti tecnici e lutti in decollo e in atterraggio, tra la guerra in Vietnam e le tensioni sociali del ’68, tra due figli da crescere e una moglie da ritrovare, Armstrong bucherà il silenzio del cosmo prendendosi la Luna.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale come film d’apertura della 75ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia il 29 agosto 2018. Premio Oscar 2019: Migliori effetti speciali a Paul Lambert, Ian Hunter, Tristan Myles e J. D. Schwalm; Golden Globe 2019: Miglior colonna sonora originale a Justin Hurwitz.

Potendo, porterei del carburante in più. Neil Armstrong (Ryan Gosling)

———————-

Sabato 31 agosto – ore 21.00

L’UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE

Regia di Terry Gilliam

 Con Adam Driver, Jonathan Pryce, Stellan Skarsgård, Olga Kurylenko, Joana Ribeiro

 Gran Bretagna, Spagna, 2018, durata 132 min. – v.o.sott.it.

Toby è un regista di spot che sta attraversando la Spagna per delle riprese. Durante il viaggio s’imbatte in uno studente che gli da una copia del primo film che Toby realizzò mentre era ancora uno studente: una versione della storia di Don Quixote ambientata in un antico e caratteristico villaggio spagnolo. Commosso, Toby parte per un bizzarro viaggio alla ricerca del piccolo villaggio dove aveva girato quel film. Ma presto si troverà coinvolto in una serie di catastrofi.

Il film è stato presentato fuori concorso al 71º Festival di Cannes il 18 maggio 2018, come film di chiusura del festival.

Io sono colui per il quale sono espressamente riservati i pericoli. Io sono Don Chisciotte della Mancia! Don Chisciotte (Jonathan Pryce)

+++++++++++++

NOTE

Ingresso con tessera OV 2019 e sottoscrizione

IL PROGRAMMA – PARTE III

Questa Terza parte sarà in collaborazione con AGA, l’Associazione Gemellaggi Amelia, che ha lo scopo primario di favorire gli scambi tra Amelia e le città gemellate. La città di Amelia è gemellata, oltre che con Civitavecchia, anche con Stylida (Grecia), Odelzhausen (Germania) e Joigny (Francia) … ecco quindi tre serate a tema con la miglior produzione made in Greece, Germany e France!

 Il dio del vento è loquace quando l’estate va finendo …

Il dio del vento cuce ali sulle persone

ma questo non basta a farti sollevare

se la tua anima non è pronta

a volare…

 Mehmet Yaşın – Il dio del vento, 2010, Isola di Samotracia

Amelia (TR)

Arena Chiostro di San Francesco

P.zza Augusto Vera, 10

Giovedì 22 agosto – ore 21.00

Serata Grecia

PAZZA IDEA – XENIA

Regia di Panos H. Koutras

Con Kostas Nikouli, Nikos Gelia, Aggelos Papadimitriou, Romanna Lobach, Marissa Triandafyllidou, Yannis Stankoglou, Patty Pravo

Grecia, Francia, Belgio, 2014, durata 128 min. – v.o.sott.it.

Il film racconta la storia di Danny, 16 anni e Odysseus, 18 anni, stranieri nel proprio paese dopo la morte della loro madre albanese. Attraverseranno la Grecia da un lato all’altro per trovare il loro padre greco e costringerlo a riconoscerli ufficialmente. Sulla strada dovranno affrontare i fantasmi del proprio passato, la crudeltà degli uomini per realizzare a qualunque costo il loro sogno.

Ha partecipato al Festival di Cannes 2014 in concorso nella sezione Un Certain Regard.

Noi non abbiamo un padre. Ficcatelo nel cervello! (Odysseus)

———————–

Venerdì 23 agosto – ore 21.00

Serata Germania

THE MOST BEAUTIFUL DAY – IL GIORNO PIÙ BELLO

Regia di Florian David Fitz

Con Matthias Schweighöfer, Florian David Fitz, Alexandra Maria Lara, Rainer Bock, Tatja Seibt

Germania, 2016, durata 110 min. – v.o.sott.it.

Il pianista Andi è ricoverato in ospedale con una fibrosi polmonare ed è in attesa di un donatore che sembra non poter arrivare in tempo per evitarne il decesso. Nella stessa clinica giunge il borseggiatore Benno che, fin da bambino, è soggetto a improvvisi stati catalettici. La diagnosi per lui è altrettanto infausta: un tumore al cervello che lo condurrà alla morte in breve tempo. Benno riesce a convincere il timoroso Andi a mettere insieme una somma di denaro sufficiente per consentire loro di lasciare la Germania e raggiungere l’Africa ove trascorrere il più bel giorno della loro vita prima di togliersela.

Il film, campione di incassi in Germania, è interpretato da Florian David Fitz e da Matthias Schweighöfer, due idoli del panorama cinematografico tedesco molto amati dal pubblico per la loro verve comica.

La morte non esiste! C’è solo un breve momento prima che non è affatto male! Benno (Florian David Fitz)

———————-

Sabato 24 agosto – ore 21.00

Serata Francia

DUE SOTTO IL BURQA

Regia di Sou Abadi

Con Félix Moati, Camélia Jordana, William Lebghil, Anne Alvaro, Carl Malapa

Francia, 2017, durata 88 min. – v.o.sott.it.

Cosa non si farebbe per amore? Armand e Leila stanno pianificando di volare insieme a New York, ma pochi giorni prima della partenza, Mahmoud, fratello di Leila, fa il suo ritorno da un lungo soggiorno in Yemen, un’esperienza che lo ha cambiato… radicalmente: ai suoi occhi, ora, lo stile di vita moderno della sorella offende il Profeta. L’unica soluzione è confinarla in casa e impedirle ogni contatto con il suo ragazzo.

Ma Armand non ci sta e pur di liberare l’amata escogita un piano folle: indossare un niqab e spacciarsi per donna. Il suo nome d’arte? Shéhérazade. Quello che Armand non si aspetta è che la sua recita possa essere sin troppo convincente, al punto da attirargli le attenzioni amorose dello stesso Mahmoud…

Biografilm Festival 2017: Miglior film (premio del pubblico)

A volte la verità non deve mostrare il suo volto. Armand (Félix Moati)


IL PROGRAMMA – PARTE I

Amelia (TR)

Arena Chiostro di San Francesco

P.zza Augusto Vera, 10

Giovedì 4 luglio – ore 21.30

LA CASA SUL MARE

Regia di Robert Guédiguian

Con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier

Francia, 2017, durata 107 min. – v.o.sott.it.

A Méjan, una cala marina tra Marsiglia e Carry, tre fratelli si ritrovano per vegliare il padre. Angèle, attrice con un lutto nel cuore, Joseph, professore col vizio della rivoluzione, Armand, ristoratore di anime, misurano la loro esistenza davanti all’ictus che ha colpito il genitore. Intorno alla sua eredità, la casa, il ristorante, la coscienza politica e quella sociale, fanno i conti col proprio passato che per Angèle non sembra mai passare. L’irruzione improvvisa di tre bambini, naufraghi sulle sponde del Mediterraneo, sconvolge la loro riflessione e segna un nuovo inizio.

In concorso alla 74ᵃ Mostra Internazionale d’arte Cinematografica di Venezia (2017), ha ottenuto il Premio Signis e il Premio Unimed.

Più guardo il mare, più mi vien voglia di prendere il largoArmand (Gérard Meylan)

————————–

Venerdì 5 luglio – ore 21.30

TROPPA GRAZIA

Regia di Gianni Zanasi

Con Alba Rohrwacher, Elio Germano, Giuseppe Battiston, Hadas Yaron, Carlotta Natoli

Italia, Spagna, Grecia, 2018, durata 110 min.

Lucia è una geometra specializzata in rilevamenti catastali, nota per la pignoleria con cui insiste nel “fare le cose per bene”. La sua vita, però, è tutto fuorché precisa: a 18 anni ha avuto una figlia, Rosa, da un amore passeggero; ha appena chiuso una relazione pluriennale con Arturo; il suo lavoro precario non basta ad arrivare a fine mese. Approfittando della sua vulnerabilità economica, Paolo, il sindaco del paese, le affida il compito di effettuare un rilevamento su un terreno dove un imprenditore vuole costruire un impero immobiliare.

“Un film stra-ordinario in cui si ride molto. Una lettera d’amore e un’ode pagana agli artisti”. MyMovies

Il film ha esordito al Festival di Cannes il 17 maggio 2018 vincendo il Premio Label Europa Cinema.

Arturo ti ho detto che vedo la Madonna… Lucia (Alba Rohrwacher)

———————–

Sabato 6 luglio – ore 21.30

MEKTOUB, MY LOVE – CANTO UNO

Regia di Abdellatif Kechiche

Con Shain Boumedine, Ophélie Baufle, Salim Kechiouche, Lou Luttiau, Alexia Chardard

 Francia, 2017, durata 180 min. – v.o.sott.it.

Amin ha lasciato gli studi di medicina per scrivere il suo film. Ma è estate, ci penserà domani. Lasciata Parigi per le spiagge del Mediterraneo, torna a casa e agli amici di sempre. Torna da Ophélie, compagna di giochi che non smette di guardare e fotografare. Ophélie che vuole sposare Clément ma fa l’amore con Toni, tombeur de femme incallito. A due passi dal mare, Amin flirta con Charlotte e Céline, inaugurando un’estate di giochi d’acqua e di promesse appese in cui le azioni restano senza conseguenze.

“Un coup de foudre carnale e poetico su un tempo essenziale della vita: la formazione”. MyMovies

Presentato in Concorso al Festival di Venezia 2017.

Guarda dove ti porto!

Diamo soltanto un’occhiata dietro le quinte!


PARTE II

Giovedì 11 luglio – ore 21.30

LA DONNA ELETTRICA

Regia di Benedikt Erlingsson

 Con Halldóra Geirharðsdóttir, Jóhann Sigurðarson, Davíð Þór Jónsson, Magnu´s Trygvason Eliasen, O´mar Guðjo´nsson

Francia, Islanda, Ucraina, 2018, durata 101 min. – v.o.sott.it.

Accolto con entusiasmo all’ultimo Festival di Cannes, La donna elettrica è una commedia travolgente e fuori dagli schemi, capace di unire emozione, impegno e divertimento.

La protagonista, Halla, sembra una donna come le altre, ma dietro la routine di ogni giorno nasconde una vita segreta: armata di tutto punto compie spericolate azioni di sabotaggio contro le multinazionali che stanno devastando la sua terra, la splendida Islanda. Quando però una sua vecchia richiesta d’adozione va a buon fine e una bambina si affaccia a sorpresa nella sua vita, Halla dovrà affrontare la sua sfida più grande…

Già regista dell’acclamato Storie di cavalli e di uomini, Benedikt Erlingsson colpisce al cuore con un ritratto di donna memorabile e un omaggio al paesaggio islandese di struggente bellezza.

“Uno dei film più interessanti, originali e ribelli dell’ultimo anno di cinema”. http://www.ehabitat.it

Presentato in anteprima mondiale alla Semaine de la Critique di Cannes 2018.

Non sono una criminale, sto soltanto cercando di mettere fine ad un crimine contro di noi. Halla

————————

Venerdì 12 luglio – ore 21.30

IL VIZIO DELLA SPERANZA

Regia di Edoardo De Angelis

 Con Pina Turco, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio, Odette Gomis

 Italia, 2018, durata 90 min.

Lungo il fiume scorre il tempo di Maria, il cappuccio sulla testa e il passo risoluto. Un’esistenza trascorsa un giorno alla volta, senza sogni né desideri, a prendersi cura di sua madre e al servizio di una madame ingioiellata. Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi, Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. Proprio a lei, la speranza un giorno tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa: perché restare umani è da sempre la più grande delle rivoluzioni.

“In un mondo con più ombre che luci De Angelis pianta come un fiore la speranza, la prospettiva dell’umanità”. MyMovies

Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma. David di Donatello 2019: Migliore attrice non protagonista a Marina Confalone

e tu perché non chiudi il cesso che io non tengo nessuna intenzione di abortire… Maria (Pina Turco)

——————–

Sabato 13 luglio – ore 21.30

SUMMER

Regia di Kirill Serebrennikov

 Con Teo Yoo, Irina Starshenbaum, Roman Bilyk

Russia, Francia, 2018, durata 126 min. – v.o.sott.it.

Viktor incontra la prima volta Mike e Natasha, un giorno d’estate (“leto” in russo). Mike ha già una discreta notorietà come cantante e una passione messianica per la musica rock – Beatles, Iggy Pop, Blondy, Lou Reed, Bowie- che la Russia sovietica cerca di tenere fuori dalla porta. Viktor è meno solare, molto espressivo, già post punk. Mike ne riconosce il talento, trova un nome per la sua band, Garin i giperboloidy, e lo aiuta a registrare e far conoscere la sua musica. Ma il fascino di Viktor colpisce anche Natasha, moglie di Mike e madre di suo figlio.

“Un film impressionista, tra storia e leggenda, energia della musica e romanticismo delle immagini”. MyMovies

Il film è stato presentato in anteprima il 9 maggio 2018 al 71º Festival di Cannes, dove ha concorso per la Palma d’oro. Ha vinto il Cannes Soundtrack Award, assegnato a Roman Bilyk e German Osipov.

Questo non è stato e non sarà. Ci sarebbe piaciuto!

Bisogna registrare queste canzoni al più presto. Mike (Roman Bilyk)

++++++++++++++

NOTE

INGRESSO CON TESSERA OV 2019 E SOTTOSCRIZIONE
Graph. Luigia Stefanucci

++++++++++++++

L’ARENA CINEMATOGRAFICA ESTIVA SI AVVALE DEL CONTRIBUTO DI:

Bweb Informatica – Farmacia Bonanni – Galleria Perotti – Panetteria da Patrizia – Porcelli Tavern – Regoladarte – Storie – Tecnograph – Unipol Assicurazioni – Vittoria Assicurazioni


  •  
  •  
  •  
  •