RAGAZZI(NI) SELVAGGI

  •  
  •  
  •  
  •  

FILM AD “ALTEZZA BAMBINO”:

CON GLI ANNI IN TASCA E GLI ZERO IN CONDOTTA

LA SETTIMA ARTE NON SI FERMA MAI:

TORNA CINEMA IN GIARDINO !! (2019 – PARTE I)

Con Sean Baker, il regista indipendente che ha raggiunto la notorietà (almeno all’interno dei circuiti indie, i nostri..) con il precedente Tangerine, affrontiamo la storia di Un sogno chiamato Florida (2017) senza pietismi e con una gran dose di allegria, scegliendo il punto di vista dei bambini e mettendo la cinepresa letteralmente alla loro altezza.

Dall’architettura esagerata e grottesca della Florida (e la realtà in cui vivono i suoi abitanti dei quartieri più poveri) si passa poi agli enfant terribles diretti da Tirard, con Le petit Nicolas (2009): in loro sobbollono i fermenti anarchici di un’età che semina dietro di sé la rivoluzione.

Quei giorni in cui ogni potere è delegato alla fantasia, che come le briciole di Pollicino, riportano ogni adulto che si rispetti al luogo dove tutto è cominciato. Che consentono di raccontarsi la vita, come in un gioioso apologo baciato dalla grazia del ricordo.

Una piccola selezione di film allegri e strazianti, che riescono nel miracolo di combinare due cose: fare un incantesimo e raccontare la verità.

E, per iniziare il nostro giro, quest’anno saremo sotto le stelle de La verde Milonga: tante emozioni in uno spazio accogliente e suggestivo con il migliore cinema da gustare all’aria aperta… ti aspettiamo!!!

I bambini s’incontrano

sulla spiaggia di mondi sconfinati.

Su di loro l’infinito cielo

è silenzioso…

Fanno castelli di sabbia

e giocano con vuote conchiglie…

sorridenti…

nell’immensità del mare.

Tagore

+++++++++++++

IL PROGRAMMA

AMELIA (TR)

ARENA VERDE MILONGA

Strada Cappuccini 30

Venerdì 19 luglio – ore 21.30

 UN SOGNO CHIAMATO FLORIDA

Regia di Sean Baker (II)

Con Willem Dafoe, Brooklynn Prince, Bria Vinaite, Valeria Cotto, Christopher Rivera

USA, 2017, durata 115 min. – v.o.sott.it.

Moonie, Scooty e Jancey vivono in Florida, in una zona degradata tanto vicina a Disneyland quanto lontana dal suo gioioso e spensierato benessere. Ma i tre hanno circa sei anni, e riescono ancora a trasformare una realtà fatta di fast food, trash televisivo e quotidiana miseria in un’avventura alla Tom Sawyer e Huckleberry Finn. Le tre simpatiche canaglie abitano in quei terrificanti motel coloratissimi ma squallidi che popolano le periferie della Florida, e i genitori dei bambini (anzi, le mamme, perché i padri sono del tutto assenti) non hanno un lavoro stabile, campano alla giornata, bevono, fumano e smignottano.

La pellicola è stata presentata al Festival di Cannes 2017 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs. Film di chiusura del 35º Torino Film Festival.

Chi abita qui lo arrestano sempre?

————————

Sabato 20 luglio – ore 21.30

IL PICCOLO NICOLAS E I SUOI GENITORI

Regia di Laurent Tirard

Con Valérie Lemercier, Kad Mérad, Sandrine Kiberlain, François-Xavier Demaison, Michel Duchaussoy

Francia, 2009, durata 91 min. – v.o.sott.it.

Il piccolo Nicolas è un bambino felice. I suoi genitori lo adorano e ha un gruppo di amichetti con cui si diverte a scuola e fuori. Un giorno, però, Nicolas si convince che ben presto arriverà un fratellino a distruggere la sua felicità e a prendere il suo posto nel cuore di mamma e papà. Da quel momento cercherà in tutti i modi di boicottare l’eventuale arrivo dell’intruso…

“La spontaneità della recitazione – dovuta alla volontà del regista di scritturare dei veri bambini e non dei professionisti – arricchisce il divertimento di un film in cui anche gli attori adulti hanno il volto e il carisma giusto per le parti: da applauso i genitori Kad Merad e Valérie Lemercier, e tutti godibili i ruoli di contorno, che comprendono le apparizioni di due grandi caratteristi del cinema d’Oltralpe, Michel Galabru e Anémone”. (Daniela Catelli)

Il film in Francia è uscito il 30 settembre 2009 incassando solo il primo giorno più di 1 milione di euro. In Italia è stato presentato al Festival di Roma nella sezione “Alice nella città”.

Se non so cosa fare da grande, è perché la mia vita è bella e non voglio che cambi.

++++++++++++++++++

NOTE

Ingresso con tessera OV 2019 e sottoscrizione
Graph. Roberta Boccacci

L’arena LA VERDE MILONGA si trova a 4 chilometri dalla città di Amelia, in un luogo molto tranquillo e sereno, circondato da una vista splendida a 360° della campagna.


  •  
  •  
  •  
  •