THE BEST OF .. 2018

  •  
  •  
  •  
  • 5

Che anno il 2018 al cinema!

Commedie nere mordaci, fantasy sognanti, storie d’amore inconsuete, racconti che ballano col fato, favole di santità senza miracoli, ritratti familiari insoliti… Abbiamo selezionato i film più belli del 2018!

Per ridere, per piangere, o per sognare come bambini: tra i migliori film dello scorso anno ci sono (parecchie) storie imperdibili.

Ecco i titoli da vedere assolutamente … ti aspettiamo!!!

E con l’occasione, in questi giorni di grande cinema…

 FESTA DEL TESSERAMENTO OLTREVISIBILE 2019!

Buon anno a tutte/i 

Amelia (TR)

Sala comunale F. Boccarini

P.zza Augusto Vera, 10

Venerdì 11 gennaio – ore 21.00

A BEAUTIFUL DAY

Regia di Lynne Ramsay

Con Joaquin Phoenix, Ekaterina Samsonov, Alessandro Nivola, Alex Manette, John Doman

USA, Francia, 2017, durata 95 min. – v.o.sott.it. – VM 14 anni

La figlia di un senatore scompare. Joe, un veterano che ha assistito in guerra a brutalità e torture, si mette sulle sue tracce. Costretto a confrontarsi con un mondo di vendette e corruzione, si ritroverà suo malgrado al centro di una spirale di violenza.

“Ramsey si butta nella narrazione visiva entrando nella materia delle cose e permeando la psicologia disturbata dei suoi personaggi”. MyMovies

Il film è stato presentato in anteprima e in concorso alla 70ª edizione del Festival di Cannes il 27 maggio 2017, dove ha vinto Prix du scénario e Prix d’interprétation masculine a Joaquin Phoenix; British Independent Film Awards 2018: Migliori musiche a Jonny Greenwood, Miglior suono a Paul Davies; National Board of Review 2018: Migliori dieci film indipendenti.

«Joe, svegliati! È una bella giornata»

———————-

Sabato 12 gennaio – ore 21.00

CORPO E ANIMA

Regia di Ildikò Enyedi

Con Alexandra Borbély, Morcsányi Géza, Ervin Nagy, Pál Mácsai, Júlia Nyakó, Tamás Jordán, Gusztáv Molnár

Ungheria, 2017, durata 116 min. – v.o.sott.it.

In un macello di Budapest viene assunta una nuova ispettrice della qualità, la giovane Maria. Il direttore finanziario è subito incuriosito dal suo atteggiamento assolutamente riservato e dedito al lavoro con una rigida applicazione delle regole. A seguito di un test psicologico a cui vengono sottoposti tutti i dipendenti, emerge che entrambi sognano regolarmente di trovarsi in un bosco mentre nevica, lui nel ruolo di un cervo e lei nel ruolo della femmina. Messi a conoscenza di questo fatto i due iniziano un problematico avvicinamento.

È stato proiettato in anteprima alla 67ª edizione del Festival di Berlino, dove si è aggiudicato l’Orso d’oro, il premio della giuria ecumenica e il Premio FIPRESCI. 4 candidature e vinto un premio ai European Film Awards.

Nel 2018 è stato designato dall’Academy come film rappresentante il cinema ungherese e candidato per l’Oscar al miglior film straniero.

Io credo che tu sia meraviglioso.

Dialogo tra Endre (Morcsányi Géza) – Mária (Alexandra Borbély)

————————-

Domenica 13 gennaio – ore 18.00

MONTPARNASSE – FEMMINILE SINGOLARE

Regia di Léonor Séraille

 Con Laetitia Dosch, Grégoire Monsaingeon, Souleymane Seye Ndiaye, Léonie Simaga, Nathalie Richard

Francia, 2017, durata 97 min. – v.o.sott.it.

Paula non sa fare niente a parte essere se stessa ed è già incredibile. Rientrata a Parigi dal Messico dopo una lunga assenza, fatica a ritrovarsi e a ritrovare una città che sente ostile. Ostile con la gente, con lei, lasciata dal fidanzato fotografo di cui per anni è stata la musa. Porte chiuse, un gatto in una scatola, niente in tasca, nessuna competenza, zero progetti, Paula vaga per la giungla urbana in cerca di un amico e di un lavoro. Ma il mondo le crolla intorno. Tra squallide stanze d’albergo e camere di servizio, tra vagoni della metro e corridoi dei centri commerciali, troverà alla fine una nuova partenza.

Caméra d’or miglior opera prima al Festival di Cannes 2017

– Sono incinta!

– Ma com’è possibile? Non ti ho nemmeno sfiorata.

Dialogo tra Paula (Laetitia Dosch) – Yuki (Léonie Simaga)

———————-

Venerdì 18 gennaio – ore 21.00

LA TRUFFA DEI LOGAN

Regia di Steven Soderbergh

Con Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Katie Holmes, Hilary Swank, Daniel Craig

 USA, 2017, durata 119 min. – v.o.sott.it.

Jimmy Logan, ex quarterback con una gamba offesa, e Clyde Logan, veterano dell’Iraq senza un braccio, decidono di organizzare una rapina. Separato dalla consorte e licenziato dal boss l’uno, single con pub l’altro, i Logan vivono nell’America rurale, collezionano una sfortuna eterna e perpetuano una maledizione familiare.

“Ambientato in piena epoca-Trump, in un Sud disoccupato e dai sogni infranti, l’ ultima opera di Soderbergh è divertente, geniale, piena di colpi di scena.” https://www.rollingstone.it

2017 – National Board of Review Awards: Migliori dieci film indipendenti

«Tutto quello che puzza d’importante non mi interessa più» Steven Soderbergh

———————-

Sabato 19 gennaio – ore 21.00

THE DISASTER ARTIST

Regia di James Franco

Con James Franco, Dave Franco, Seth Rogen, Alison Brie, Ari Graynor, Jacki Weaver

USA, 2017, durata 104 min. – v.o.sott.it.

Il film non è distribuito in Italia

Greg è un aspirante attore, ancora incapace di lasciarsi andare, che rimane affascinato, durante una lezione, dalla libertà d’espressione e dalla carica emotiva di uno strano tizio di nome Johnny Wiseau. Greg diventa così il primo amico che Tommy abbia mai avuto e i due partono per cercare fortuna verso Los Angeles. Ma la fortuna è merce rara, e il sogno di fare cinema brucia dentro di loro, al punto che i due partoriscono l’idea folle di The Room: un film scritto diretto interpretato e prodotto da Tommy, passato alla cronaca come il film più brutto della storia del cinema.

“James Franco ci porta nel dietro le quinte del “peggior film della storia del cinema”. E riesce a divertire, con intelligenza”. https://www.cinematografo.it

Golden Globes 2018: Miglior attore in un film brillante a James Franco

Qual è il confine tra amare follemente una cosa e saperla veramente fare?

————————-

Domenica 20 gennaio – ore 18.00

FIRST REFORMED

Regia di Paul Schrader

 Con Ethan Hawke, Amanda Seyfried, Cedric the Entertainer, Michael Gaston, Mahaleia Gray

 USA, 2017, durata 108 min. – v.o.sott.it.

Dopo la morte del figlio, un ex cappellano militare è distrutto dal dolore quando stringe amicizia con una donna alle prese con il recente suicidio del marito. Scoprirà ben presto alcuni  segreti riguardanti la complicità della sua chiesa con corporazioni poco etiche.

2017 – Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia: Premio Green Drop; 2018 – American Film Institute: Migliori dieci film dell’anno; 2018 – National Board of Review: Migliori dieci film dell’anno.

Il bene e il male debbono equilibrarsi; senonché, il centro di gravità è collocato in basso, molto in basso. O, se lo preferite, si sovrappongono l’uno all’altro senza mescolarsi, come due liquidi di diversa densità.” Diario di un curato di campagna – Georges Bernanos

“Quando si scrive di sé stessi non si dovrebbe avere pietà”

Reverendo Ernst Toller 

++++++++++++++

NOTE

Ingresso con tessera OV 2019 e sottoscrizione
graph. Luigia Stefanucci


  •  
  •  
  •  
  • 5