Dance me

  •  
  •  
  •  
  •  

Cinema a passo di danza

La danza è l’incontro di un essere con gli altri. (Maria Fux)

Perché il cinema ama così tanto la danza? I motivi sono tanti. Anzitutto la danza porta con sé un sistema di valori e simboli immediatamente riconoscibili con significati ben precisi: piacere, sfida, seduzione, bellezza, armonia. E poi sia il cinema sia la danza hanno in comune la stessa materia: il tempo e lo spazio.

È una storia d’amore, è a tutti gli effetti la storia di un passo a due: dall’incontro fra cinema e danza nasce qualcosa di impensabile per le due arti separatamente, qualcosa di nuovo e straordinario, che si fonde armonicamente in un tutt’uno ma è anche in grado di evidenziare la peculiarità e l’unicità di ciascuno.

In questa rassegna passeremo film che incontrano le espressioni del corpo, organizzata e promossa con il desiderio di raccontare al pubblico la forza comunicativa e poetica del movimento, in tutte le sue forme, attraverso lo schermo.

Dedicati all’universo eterogeneo della danza senza distinzioni di genere, i 3 film in programma rappresentano importanti tappe nel variegato mondo della danza e dei suoi confini, in una prospettiva libera da pregiudizi e ricca di potenziale umano.

Dance me to your beauty with a burning violin
Dance me through the panic till I’m gathered safely in
Lift me like an olive branch and be my homeward dove
Dance me to the end of love
Dance me to the end of love

Dance Me to the End of Love – Leonard Cohen

°°°°°°°°°°°°°°

Amelia (TR)

Sala comunale F. Boccarini

P.zza Augusto Vera, 10

Venerdì 17 novembre – ore 21.00

BILLY ELLIOT

Un film di Stephen Daldry

Con Jamie Bell, Gary Lewis, Jamie Draven, Julie Walters, Jean Heywood, Stuart Wells

durata 110 min. – Gran Bretagna, Francia, 2000 – v.o.sott.it.

L’undicenne Billy, dopo gli allenamenti di boxe, capita per caso nel bel mezzo di una lezione di danza classica e rimane affascinato dalle lezioni della Signora Wilkinson. Una passione che mal si concilia con il mondo di minatori di suo padre e suo fratello Tony che sono in sciopero contro la miniera. La loro frustrazione si trasforma in rabbia quando scoprono che Billy ha sciupato i soldi della boxe per le lezioni di danza, ma la signora Wilkinson ha grandi progetti per lui.

Il film fu presentato al Festival di Cannes il 19 maggio 2000 nella selezione Quinzaine des Réalisateurs. Ha ottenuto 3 candidature a Premi Oscar, ha vinto un premio ai Nastri d’Argento e 2 candidature a Golden Globes.

Billy, posso chiederti quali sensazioni provi quando danzi?

Non so, all’inizio sono un pò rigido. Ma dopo che ho iniziato mi dimentico qualunque cosa ed è come se… come se sparissi. Come se dentro avessi un fuoco. Come se volassi. Sono un uccello.

Billy Elliot (Jamie Bell) e La signora Wilkinson (Julie Walters)

+

In ognuno di noi c’è un talento che aspetta di essere tirato fuori.

Billy Elliot (Jamie Bell)

————–

Sabato 18 novembre – ore 21.00

UN ULTIMO TANGO

Un film di German Kral

Con Johana Copes, Juan Carlos Copes, María Nieves Rego, Alejandra Gutty, Juan Malizia

durata 85 min. – Argentina, Germania 2015 – v.o.sott.it.

Presentazione ed esibizione a cura di Donatella Tabarrini, maestra di tango argentino

Maria Nieves Rego (1934) e Juan Carlos Copes (1931) si incontrano da giovanissimi e rimangono insieme per quasi tutta la vita. In tutti questi anni si sono amati e odiati, attraversando diverse dolorose separazioni, fino a dividersi definitivamente nel 1997.

Un ultimo tango traccia la storia del ballo argentino attraverso le vite di Maria e Juan, i primi a portare il tango fuori dalle milongas di Buenos Aires e a presentarlo sui palchi dei più importanti teatri del mondo.

La storia d’amore di vita e per il tango della coppia di ballerini più famosa della storia e vincitore del premio del Pubblico al Bolzano film Festival.

————–

Domenica 19 novembre – ore 18.00

DANCING WITH MARIA

Un film di Ivan Gergolet

Con Maria Fux, Martina Serban, Maria José Vexenat, Marcos Ruiz, Macarena Battista durata 75 min. – Italia, Argentina, Slovenia 2014 – v.o.sott.it.

Presentazione a cura di Silvia Santagata
(La Ruota delle Arti danza e danza terapia metodo Maria Fux)

Maria Fux è un’anziana danzatrice argentina da tempo dedita all’insegnamento. Nel suo studio nel centro di Buenos Aires accoglie danzatori di qualsiasi condizione sociale, ma anche uomini e donne con limitazioni fisiche e mentali, formando gruppi di danza integrati.

Dopo aver sperimentato e trasmesso agli altri per tutta una vita il suo metodo basato sulla percezione dei ritmi interni e sulla simbiosi con la musica, Maria Fux ha preso in consegna un’ultima allieva, forse la più difficile: se stessa. Tutti abbiamo dei limiti che possiamo conoscere e superare. All’età di 90 anni, Maria combatte l’ultima battaglia contro i limiti del proprio corpo.

È stato presentato nella settimana della critica della 71ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia; è stato tra le nomination per la categoria documentari degli 28° European Film Awards del 2015. Inoltre ha ricevuto una segnalazione speciale come migliore docufilm ai Nastri d’argento 2015.

L’arte è intuizione. L’arte è andare in luoghi assolutamente sconosciuti. Maria Fux

SILVIA SANTAGATA: Attrice professionista e Danzaterapeuta, ha lavorato 15 anni con la Compagnia Teatro Segreto diretta da Ruggero Cappuccio, maturando una profonda esperienza scenica nell’ambito della performance teatrale e dell’uso efficace della voce. Si forma dapprima come operatrice F.I.D.O.N.® DANZA MADRE (Formazione Italiana Danzaterapia Operatori Nascita) e prosegue poi la sua formazione come danzaterapeuta metodo Fux. Dal 2012 lavora come Danzaterapeuta conducendo gruppi di adulti, bambini della scuola primaria e dell’infanzia e adulti diversamente abili.

++++++++++

Note

Ingresso con tessera OV 2017 e sottoscrizione
Graph Roberta Boccacci


  •  
  •  
  •  
  •